top of page

Il font CASABAU

Il nuovo font del Festival si chiama Casabau, lo ha ideato Alberto Casagrande ed è, come si intuisce dal nome, ispirato allo stile Bauhaus.



Ma partiamo dall'inizio: perché questo cambio?

La ragione è molto semplice: volevamo rinfrescare l'immagine del Festival e dare un carattere distintivo a quello che è certamente il più importante e identificativo, ma non più l'unico e solo progetto di Illustri. Facciamo molte altre cose, come vi abbiamo raccontato più volte, perciò ci sembrava giusto dare al Festival una sua immagine specifica.

Per fare questo non basta definire dei nuovi colori e forme: la tipografia è un elemento fondamentale nella comunicazione, come tiene a sottolineare il designer stesso del font scelto, Alberto Casagrande, che se ci seguite conoscerete già per essere il vincitore di quest'anno della medaglia d'oro assegnata dalla prestigiosa Society of Illustrators di New York (con un progetto realizzato in collaborazione con Illustri, che trovate qui)


Abbiamo chiesto ad Alberto come nasce questo font e ci ha raccontato un po' l'idea e il fortunato incontro che hanno portato alla realizzazione.

Siamo nel 2019, all'inizio della sua carriera e Alberto partecipa a Type Thursday, un appuntamento mensile per chi ama il type design (vi consigliamo di dare un occhio al loro sito per capire bene di che si tratta, vi verrà sicuramente voglia di partecipare perciò vi anticipiamo che in Italia si svolge a Firenze e Milano).

In questa occasione conosce Zetafonts, fonderia tipografica digitale di Firenze e punto di riferimento nella progettazione di font, a cui racconta il progetto "Polvere di tempo" realizzato in collaborazione con IED - Istituto Europeo di Design - per le festività natalizie. Si tratta di un gioco composto da 366 cartoline - una per ogni giorno dell'anno - in cui sono indicate altrettante piccole azioni, buoni propositi, da compiere in tre minuti. Per tutte le cartoline Alberto ha realizzato sia le illustrazioni che i lettering, e sono proprio questi a diventare le basi per la progettazione di una collezione di font.


Con il supporto tecnico quindi di Zetafonts nasce la Casagrande Collection: un set di sei famiglie di font dallo stile vintage, che va a richiamare i poster italiani e il design degli anni Trenta e Quaranta. La collezione viene rilasciata nel 2020 su myfonts.



Quattro anni dopo, il modernista Casabau diventa il font perfetto per la sesta edizione di Illustri Festival.

コメント


bottom of page